Loading...
 
 
Home » Vivere la Rete » I Percorsi della Rete » Trekking degli Antichi Laghi

Trekking degli Antichi Laghi

Un trekking di 3 giorni tra i silenziosi boschi e le preziose riserve dell'Alta Val di Cembra e del Parco Naturale del Monte Corno

A piedi         Elevato interesse: geologia Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Pochi di Salorno
  • Arrivo: Pochi di Salorno
  • Difficoltà: E (anche per bambini, con allenamento)
  • Lunghezza: 44 km
  • Quota minima: 500 m
  • Quota massima: 1700 m

La proposta di trekking che è stata pensata e realizzata dalla Sviluppo Turistico Grumes in collaborazione con la Rete, il Parco, i soggetti di promozione turistica e numerosi operatori privati è un cammino a tappe che coinvolge il territorio compreso tra la Bassa Atesina e l'Alta Valle di Cembra ed in particolare le aree protette che si trovano in questo territorio. Si svolge infatti come un circuito ad anello che parte dai Pochi di Salorno e sale sul Dossone di Cembra percorrendolo in lunghezza per poi ridiscendere, una volta arrivati sul Monte Corno, verso la piccola frazione di Cauria e poi di nuovo ai Pochi.

  Itinerario Percorribilità  
1a tappa
Da Pochi di Salorno al Rifugio Potzmauer
Articolo ordinabile on-line su Emporio dei Parchi A piedi
6 h (senza soste)
2a tappa
Dal Rifugio Potzmauer a Malga Corno
Articolo ordinabile on-line su Emporio dei Parchi A piedi
4.15 h (senza soste)
3a tappa
Da Malga Corno a Pochi di Salorno
Articolo ordinabile on-line su Emporio dei Parchi A piedi
3.45 h (senza soste)
Trekking degli Antichi Laghi
Trekking degli Antichi Laghi
 
Lago Nero
Lago Nero
 

Visualizza a schermo intero     Scarica per Google Earth  


Il cammino proposto porterà l'escursionista al cospetto di qualcosa di particolare, di insolito. Non si incontreranno infatti lungo il percorso torri di roccia o cime inviolate, bensì qualcosa di più piccolo e forse meno appariscente, ma altrettanto prezioso. In tre giorni, tanto impiega il percorso per essere completato, si sarà infatti sempre circondati dalle foreste che separano la valle dell'Adige dalla Val di Cembra, una zona a cavallo fra due mondi fin dall'epoca romana, dove si potranno incontrare i testimoni del passato e del presente di questa montagna. Primi fra tutti e importantissimi dal punto di vista naturalistico: le torbiere, antichi laghi di origine glaciale (da qui il nome del trekking) dove la torba ha ridotto progressivamente la superficie dell'acqua, creando un ambiente incredibilmente favorevole alla biodiversità. Attorno a queste perle ambientali la Rete ha realizzato dei percorsi di visita, arricchiti da pannelli didattici che permetteranno al visitatore di capire l'importanza di questi luoghi e la loro rarità. Oltre a questi, altre sorprese sono riservate all'escursionista attento che percorre questa montagna: roccoli, mulini e cippi di confine narrano vicende dimenticate di antiche economie scomparse e di lotte fra territori limitrofi per quelle che un tempo erano risorse preziose come il bosco e il pascolo.
Come punti di sosta per la notte i due rifugi in quota: il Rifugio Potzmauer a Grumes e il Rifugio Malga Monte Corno a Capriana.

  • Tappe: 3
  • Pernottamenti: Rifugio Potzmauer - Malga del Corno

PDF Scarica il PDF con le informazioni escursionistiche (2,8Mb)


 
QR Code